sabato 30 maggio 2015

PANE DOLCE SEGALE e RISO PROFUMATO ALLA CANNELLA

Una delle più belle scoperte nel campo culinario e' stato per me iniziare ad utilizzare il lievito naturale: la nostra pasta madre ha più di 2 anni, 2 anni e un paio di mesi per la precisione!

Non potrei più farne a meno, adoro impastare ma soprattutto gustarla in prodotti genuini che non hanno quel retrogusto di lievito chimico che ormai sento invece tanto nei prodotti comprati.

La sua gestione non è poi così impegnativa, la impasto circa 3 volte alla settimana e poi un paio di volte ci faccio il pane, un’altra la focaccia e un'altra la pizza!

Considerando che a pranzo non porto mai in ufficio la pasta perché riscaldata non mi piace proprio, mi butto sul pane gustandolo “al naturale” oppure in salutari panini (con frittatine, arrosto di tacchino ma anche verdure o formaggi leggeri), preferendo pani speziati o comunque particolari che con l’aggiunta di erbe o aromi diventano irresistibili.


Provo anche tante varietà di farina e in questo periodo mi sto rifornendo al Mulino Comune di Abbiategrasso, vicino a dove lavoro, dai Flli Bava: che posto meraviglioso, un mulino d’altri tempi con ancora tutti i vecchi macchinari e quel profumo di antico che tanto mi piace, io e la mia carissima amica-collega ci andiamo in pausa pranzo così da rifornire la dispensa!

  
Ve ne presento uno, particolare ma notevole, dal gusto delicato e accattivante…provare per credere!

Ingredienti:
300 gr farina per pane molino Flli Bava (Abbiategrasso)
150 gr di farina di riso
150 gr di farina di segale
150 gr di PM
1 cucchiaio abbondante cannella
80 gr zucchero di canna
380 gr di latte
un pizzico di sale

Per l'impasto utilizzo quasi sempre la mia macchina del pane (Zero Glu di Imetec) aggiungendo gli ingredienti nell'ordine indicato e impostando il programma Impasto (num.18) che dura fra impasto e prima lievitazione circa 2 ore e mezzo.

A tempo terminato lascio lievitare per tre ore e poi avvio il programma Cottura (num 19).

Lo stesso procedimento si può replicare con l'utilizzo della planetaria oppure, per le più brave, a mano.

Lasciare lievitare benissimo l'impasto per almeno 5 ore visto l'utilizzo della pasta madre e cuocere poi in forno per un'ora a 200 gradi.

Conservare per qualche giorno in un sacchetto oppure congelare a fette...

Buona domenica!



5 commenti:

  1. Una delizia questo pane dolce, grazie della ricetta!

    RispondiElimina
  2. Ne abbiamo di cose in comune.. uso la pasta madre.. che ha due anni circa.. impasto con la macchina delpane.. sperimento nuove farine.. unica differenza io perla cottura preferisco il forno.. Mi piace questo tuo pane.. particolare.. ma chissà che cuono! baci e buona domenica :-)

    RispondiElimina
  3. mi stai facendo venire una voglia matta di assaggiarlo, bravissima!!!!Baci sabry

    RispondiElimina
  4. Non posso che trovarmi in perfetta sintonia con il tuo pensiero..anch'io non potrei immaginare i miei lievitati senza LM :-)
    Bellissima la tua proposta, ci verranno dei panini da urlo ^_*

    RispondiElimina
  5. un lievitato stupendo,non posso dire altro!!!Mi piacerebbe usare il lievito madre ma purtroppo non ho la costanza di impastare.
    Un bacione

    RispondiElimina

Grazie, ogni vostro commento è una gioia per me! ♥

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...