lunedì 30 dicembre 2013

AUGURI PER UN SERENO ANNO NUOVO

Che giornata semplice ma intensa!

Oggi io e i bimbi (papino era al lavoro :-( ) abbiamo passato la mattinata, il pranzo e il pomeriggio a casa di mia nonna, la loro nonna-bis che tra pochi giorni arriva al traguardo dei suoi "primi" 90 anni!
Non abbiamo fatto nulla di particolare ma preparare il pranzo da lei, portarla a fare un giretto a piedi per il suo paesino e spingerla poi, perchè troppo stanca, sulla carrozzina mi ha fatto star bene.

Mi sono un po' ritrovata: come ho scritto nel blog di alcune di voi in questi giorni mi manca l'entusiamo per affrontare il nuovo anno con quella voglia di far bene che, di solito, in questo periodo sento.
Apparentemente va tutto benissimo ma mi accorgo che appena lascio la serenità e l'amore che regna a casa nostra faccio fatica a vedere e a sopportare tutto il brutto che vedo attorno a no;, sarà il passare del tempo (e la vecchiaia!) ma mi accorgo di essere sempre più insofferente e meno paziente!

Poi oggi questo regalo inaspettato, avere del tempo da dedicare a chi mi ha cresciuta e amata, lei che adesso vuole solo un po' di compagnia e di coccole, che ama essere abbracciata e baciata, lei che quando ero piccola sembrava così burbera.
La mia nonna che ha passato una vita ad andare a lavorare a piedi prima e in bicicletta poi come ha raccontato ai bimbi, a cui manca tanto il nonno e che non capisce cosa vuol dire mandare un messaggio col telefono oggi mi ha commossa.

Forse il bene c'è basta cercarlo nel luogo giusto!



Adesso niente ricetta, ero partita per lasciarvene una ma ora voglio che questo post sia solo un augurio, un augurio per un sereno anno nuovo, ricco di gesti d'amore....

Inno alla Vita

La vita è un’opportunità, coglila.
La vita è bellezza, ammirala.
La vita è beatitudine, assaporala.
La vita è un sogno, fanne una realtà.
La vita è una sfida, affrontala.
La vita è un dovere, compilo.
La vita è un gioco, giocalo.
La vita è preziosa, conservala.
La vita è una ricchezza, conservala.
La vita è amore, godine.
La vita è un mistero, scoprilo.
La vita è promessa, adempila.
La vita è tristezza, superala.
La vita è un inno, cantalo.
La vita è una lotta, vivila.
La vita è una gioia, gustala.
La vita è una croce, abbracciala.
La vita è un’avventura, rischiala.
La vita è pace, costruiscila.
La vita è felicità, meritala.
La vita è vita, difendila.

Madre Teresa



Sinceri auguri!



sabato 28 dicembre 2013

FOCACCIA AI FORMAGGI

Buongiorno!
Questa è la ricetta che uso anche per la focaccia semplice, ma così, arricchita di un cuore caldo e profumato al formaggio è stata divorata ancora più velocemente.
 L'ho preparata la domenica prima di Natale quando i bimbi hanno partecipato alla loro prima festa invernale di karate. Che emozione, vederli tutti e tre sfrecciare sui vari percorsi e saltare tanto in alto mi ha fatto sorridere: in tre mesi hanno già imparato tantissime cose, sono stati proprio bravi!
Al ritorno avevo bisogno di qualcosa che cuocesse in breve tempo così al mattino ho preparato questa delizia e, una volta tornati, ho infornato.
In mezz'ora ecco il risultato, da gustare rigorosamente calda per vedere i formaggi che filano!
Ovviamente io ho usato la pasta madre ma vi do le dosi anche per farla col lievito di birra, il risultato sarà molto simile, trovo che la vera differenza tra l'uno è l'altra è non sentire per niente quel retrogusto di alcool tipico del lievito chimico, provare per credere!

Ingredienti per la pasta:
200 gr di acqua
20 gr di olio EVO
7 gr di sale
3 gr di miele
200 gr di farina Manitoba
120 gr di semola di grano duro
150 gr di pasta madre (o 15 gr di lievito di birra)

Ingredienti per il ripieno:
200 gr di formaggio morbido alla yogurt o crescenza
150 gr di scamorza
100 gr di gorgonzola
60 gr di grana

Nella macchina per il pane con la funzione impasto ma anche nel robot da cucina oppure a mano, spezzetto il lievito madre (oppure sciolgo il lievito di birra) nell'acqua.
Aggiungo la farina Manitoba, l'olio, il miele ed impasto per 5 minuti.
Aggiungo il sale e la semola di grano duro e impasto per altri 10 minuti.
Lascio riposare per 15 minuti.

Nel frattempo preparo i formaggi tagliandoli a pezzettini e unendo il grana grattuggiato in una ciotola, li amalgamo con un cucchiaio e li lascio riposare un attimo.

Prendo una teglia rotonda, la copro con carta forno e, col mattarello, preparo il fondo dell'impasto, lo tiro abbastanza sottile, lo stendo e lo riempio con i formaggi.
Ora preparo la copertura che, una volta posizionata sopra i formaggi, buco con una forchetta una decina di volte.

Copro con un canovaccio e lascio lievitare per almeno tre ore se ho usato la pasta madre, un'ora se ho usato il lievito di birra.
Prima di infornare a 180 gradi per 30 minuti spennello la superficie con un'emulsione di acqua e olio e cospargo di sale.

Servo rigorosamente calda.

Buon sabato!


venerdì 27 dicembre 2013

MINI PANNETTONCINI

Ciao!
Che belli questi giorni di vacanza, non mi sembra vero di poter rallentare, di riuscire a godermi i miei cuccioli e mio marito e di trovare il tempo di passare tranquillamente dal mio e dai vostri blog!

Colgo così l'occasione per presentarvi il nostro lievito madre che da circa un mese e mezzo ci tiene compagnia in frigorifero ma anche a colazione, pranzo, cena trasformato in buonissimi dolcetti, pizze, focacce e forme di pane.
Mi ero già cimentata con questo prodotto meraviglioso qualche anno fa ma Serena era piccola e lo trovavo davvero troppo impegnativo, adesso non è così, sono riuscita a trovare "il giro" giusto per riuscire a rimpastare e ad utilizzare il ricavato per cucinare prodotti buonissimi, dal gusto davvero delizioso!


Questo è il lievito e quelli che vi vado a presentare sono dolcetti deliziosi che ho "copiato" dal bellissimo blog di zia Consu e in particolare qui.
Ci tengo a precisare che questo blog mi piace davvero tanto e che ammiro l'impegno di questa ragazza che ogni giorno ci propone ricette sfiziose e particolari, questi panettoncini sono un pochino come lei...una piacevole sorpresa!
Ingredienti:
200 gr di farina 00
200 gr di farina Manitoba
250 gr di Pasta Madre
125 gr di burro
140 gr di zucchero semolato
2 uova intere
150 ml di latte
buccia di un limone grattuggiata
1 bustina di vanillina
50 gr di gocce di cioccolato
50 gr di uvetta


Come prima cosa ho messo le gocce di cioccolata in freezer per evitare che poi colorino l'impasto e l'uvetta in ammollo in poca acqua calda.
Ho impastato con la macchina del pane, che trovo davvero eccezionale per impastare con il lievito madre, la farina, il burro fatto ammorbidire nel microonde, lo zucchero e la pasta madre.
Dopo cinque minuti ho aggiunto le uova, prima uno e, una volta assorbito, l'altro e poi il latte poco alla volta.
Infine la buccia del limone grattuggiata e la vanillina e ho lasciato impastare per 15 minuti.
La pasta deve risultare morbida ed elastica al tempo stesso, deve incordare come si dice in gergo ma non risultare appiccicosa.
Ho diviso l'impasto in due, a uno ho aggiunto gocce di cioccolato e all'altro uvette, con del burro fuso ho passato la teglia da muffin e ho distribuito l'impasto: due cucchiai per stampino.
Ho messo le teglie a lievitare nel forno spento per tuta la notte (circa 9 ore) e al mattino ho infornato per 15 minuti a 200 gradi finchè la superficie dei dolcetti non è risultata dorata.
Per colazione abbiamo provato entrambe le versione, io adoro l'uvetta quindi per me sono stati quelli i preferiti, così come per il papi, per i bimbi la versione cioccolatosa è stata invece, decisamente, la migliore!


I pochi rimasti li abbiamo congelati e all'occorrenza scongelati passandoli qualche secondo nel microonde, la morbidezza degli impasti con pasta madre rimane intatta anche seguendo questo procedimento.

Grazie zia Consu!

Buona giornata!



martedì 24 dicembre 2013

BUON NATALE!

Con i miei più sinceri auguri che questo sia un Natale sereno e ricco di sorprese!

Vi mando anche un ringraziamento speciale per la compagnia, i suggerimenti e i complimenti che mi mandate ogni giorno...grazie di cuore!


Chiara ❤️!

domenica 22 dicembre 2013

FESTA SERENA ♥!

Dicembre a casa nostra è sempre un mese ricco di eventi, accanto ai preparativi natalizi dobbiamo festeggiare Serena, si perchè quattro anni fa il 9 di dicembre sono diventata mamma per la terza volta!

E' stato speciale, finalmente la nostra casa si è tinta di rosa: lei è proprio "Femmina" con la "F" maiuscola, adora bambole e trucchi, gonnelline e abitini, mollettine e nastrini.

Così quest'anno quando ha chiesto di poter festeggiare il compleanno con i suoi amichetti mi sono messa all'opera e ho studiato torta e addobbi, ovviamente tutto nei toni del tanto amato rosa!

La location è la sede del Corpo Musicale dove mio marito suona, è una sala molto bella, dove Serena ha avuto anche la festa per il suo battesimo.

Vi lascio qualche immagine per le ricettine invece abbiate pazienza adesso dobbiamo pensare a come rendere ancor più speciale il nostro giorno di Natale: quest'anno tutti da noi, felici ed emozionati di poter ospitare nonni e zii!


IL BUFFET ♥



I DOLCETTI ♥


Cuoricini di frolla
Rotelline bicolori su stecchino
Chocolate chip cookies
Barrette al latte
Rotelline di luquirizia
Confettini colorati
Marshmallow


L'ANGOLO PER LO ZUCCHERO FILATO ♥


Il vaso rosa contiene penne con colori e glitter con un bigliettino con un semplice "Grazie.Serena" che poi lei ha consegnato ad ogni bimbo a fine festa...


IL SALATO ♥


Patatine (Dixie, Orsetto e Normali)
Rotelline di sfoglia ai wurstel
Pizza margherita
Pizza alle olive
Cornettini scamorza prosciutto cotto

L'ANGOLO BIBITE ♥



LA TORTA BARBIE ♥




L'ANGOLO GIOCHI ♥
 

A cui a festa iniziata abbiamo aggiunto perline e fili di plastica per baccialettini e matite per il corpo con cui ci siamo disegnati cuoricine e stelline sulle mani e sul viso.


LA SALA e GLI ADDOBBI ♥








LA FESTEGGIATA CON I SUOI FRATELLONI ♥


Buona domenica!


giovedì 12 dicembre 2013

NON SONO SPARITA...

Un salutino veloce per dirvi che non sono sparita!
Sabato, incrociando le dita e malanni permettendo, ci sarà la festa di compleanno della mia Princi e quindi sono indaffaratissima.
Ovviamente vi anticipo che ci sarà un post riservato a questo 'evento' Serena e' proprio come la sua mami da piccola, entusiasta e raggiante di poter ricevere le sue amichette!
Ne approfitto per lasciare una traccia anche qui di tutto l'amore che si merita!
Auguri cucciolotta, sei stata una sorpresa e ringrazio ogni giorno Dio per averti regalato a noi, tu Serena di nome e di fatto sei davvero speciale..e questa festa te la meriti tanto!


sabato 7 dicembre 2013

TORTA ALLA CREMA DI PISTACCHI

Abbiamo festeggiato il compleanno di mia suocera e allora mi sono ingegnata per stupire tutti con questa torta, soffice e morbida, bella da vedere ma soprattutto buona da mangiare!
Ho utilizzato per la preparazione una busta di pistacchi tritati che la mia amica Laura mi ha portato quest'estate dalla Sicilia: aspettavo un'occasione speciale in cui utilizzarla ed è arrivata.
Ho deciso di presentarla vestita a festa ma è buonissima anche semplice, senza copertura e senza contorno di biscotti wafer, certo così è più elegante: decisamente adatta alla nostra cara nonna Lilli.
 Ingredienti per la base:
10 cucchiai di farina
10 cucchiai di zucchero
3 uova
200 ml di yogurt (il mio, fatto in casa)
1 bustina di lievito

Ingredienti per la crema:
250 gr di mascarpone
100 gr di ricotta
150 gr di latte condensato
50 gr di pistacchi tritati

Ingredienti per la bagna:
una tazzina di latte
5 cucchiai di latte di mandorla

Ingredienti per la copertura:
biscotti wafer
scaglie di cioccolato (le trovo alla Lidl)

La base è quella della torta veloce che uso spesso anche per la mia torta di mele, per le torte di colazione e per quelle di compleanno. La trovo molto versatile, veloce e soprattutto buona!
Ho messo la farina, lo zucchero, le uova intere, lo yogurt e il lievito nella planetaria con la frusta a K e ho azionato per 2 minuti a velocità media. Questa operazione si può fare benissimo con una frusta elettrica oppure, quando quando non ho voglia di sporcare più di tanto a mano.
Ho rovesciato il composto in una teglia foderata di carta e ho cotto in forno a 180 gradi.
Nel frattempo ho preparato la crema montando con il frullatore elettrico il mascarpone con la ricotta, ho diminuito la velocità e ho unito i pistacchi.
Una volta raffreddata ho tagliato la torta in due e ho bagnato entrambe le parti con la bagna, ho farcito con la crema, l'ho richiusa e ho spalmato la crema anche sopra e lungo i bordi.
Ho decorato con dell'altro pistacchio e con le scaglie di cioccolato, ho coperto i bordi con i wafer , alternando quelli alla vaniglia e quelli al cioccolato e legato il tutto con un nastrino color crema.





giovedì 5 dicembre 2013

MINESTRA D'ORZO CON FUNGHI PORCINI E GAMBERETTI

Sabato mattina ci siamo svegliati con la pioggia che poi, con grande stupore dei miei cuccioli, si è trasformata in neve. Non ha nevicato molto ma soprattutto (per fortuna!) il suolo era talmente bagnato e umido che non è rimasto nulla a terra. 
Per noi è stato un sabato casalingo e, con questo tempaccio, ho deciso che il nostro pranzo doveva essere caldo, anzi caldissimo, ma soprattutto gustoso e salutare.
Ecco com'è nata questa minestra d'orzo accompagnata da gustosi gamberetti, un modo gustoso per far mangiare pesce e verdura ai miei bimbi.
Ho utilizzato anche due funghi porcini di quelli che mi erano stati regalati qui e che abbiamo conservato surgelati e poi cipolle e patate bio acquistate col gruppo di acquisto solidale del mio paese, insomma una delizia, eccovi la ricetta.

Ingredienti (per 5 persone):
1 litro e mezzo d'acqua
2 carote
1 patata
1 cipolla
1 spicchio d'aglio
1 pomodoro (il mio surgelato, del nostro giardino)
6 foglie di basilico (anche queste del nostro giardino, sempre surgelate)
200 gr di gamberetti surgelati
2 funghi porcini medi
10 cucchiai d'orzo
sale q.b.
olio EVO q.b.
paprika
Ho messo in una pentola l'acqua e ho aggiunto la patata e le carote ben pelate, la cipolla a fettine e il pomodoro.
Ho aggiunto lo spicchio d'aglio spellato, le foglie di basilico, un cucchiaino di sale grosso e ho portato ad ebollizione.
Una volta che le verdure sono diventate morbide ho frullato il tutto e, una volta rimesso sul fuoco, ho aggiunto l'orzo.
Per l'orzo mi sono regolata considerando sufficienti due cucchiai a persona e ho cotto il tutto per una ventina di minuti.
A parte, nel wok, ho fatto soffriggere i funghi tagliati a pezzettini con un cucchiaino di soffritto liofilizzato che di solito non uso ma che mi hanno regalato da provare, e un goccio di olio evo.
Appena sono diventati un pochino abbrustoliti li ho tolti dal fuoco e li ho aggiunti alla minestra lasciandola insaporire sul fuoco ancora per una decina di minuti.
Sempre nel wok ho fatto saltare i gamberetti con una spolverata di paprika e un cucchiaino di olio.
Ho servito la minestra ben calda accompagnata da questi gamberetti.

Come prima nevicata niente male!


martedì 3 dicembre 2013

PANINI MORBIDI AI SEMI

Eccovi un nostro nuovo acquisto, da un paio di mesi abbiamo un aiutante in più in cucina, ci siamo comprati questa bellissima macchina per il pane della Imetec, la ZeroGlu.
Sono stata da subito davvero entusiasta dell'acquisto ma non l'ho scritto, ho voluto provarla e riprovarla e arrivati a questo punto devo dire che merita veramente tanto!

La cosa bella è che ci sono programmi per pane a lievitazione lenta, con la pasta madre, per farine senza glutine e per dolci. Inoltre contiene diversi stampi, oltre a quello tradizionale anche le vaschette per i panini e quelle per i filoncini.
Mi piace l'idea di farvi sapere che mi trovo bene perchè, qualora siate indecisi, e noi lo siamo stati prima di lasciare la nostra vecchia Princess che poverina è deceduta visto l'estenuante lavoro di 10 anni di vita, potete sapere che questa è veramente eccezionale!

Eccovi la ricetta dei panini ai semi che ho appena sfornato, da provare sia con la macchina per il pane che, per chi si vuole cimentare, per il forno tradizionale.

Ingredienti:
200 gr di acqua
6 gr di lievito di birra fresco
3 gr di zucchero
8 gr di olio EVO
150 gr di manitoba
150 gr di farina 00
6 gr di sale
semini misti (girasole, sesamo, lino, papavero)

PROGRAMMA 16
DORATURA MEDIA
FORMA PANINI
DURATA 2 ore e 54 minuti
Inserisco l'acqua e il lievito sbriciolato nel contenitore PAGNOTTA e, dopo un paio di minuti, i restanti ingredienti nell'ordine indicato.
Seleziono il programma 16, il livello di doratura medio e il tipo di contenitore PANINI, dopodichè premo il tasto START.
Controllo la consistenza dell'impasto ed eventualmente lo correggo con acqua o farina entro i primi minuti di impasto.
Dopo 1 ora e 54 minuti, al segnale della macchina (10 BIP), estraggo l'impasto e lo divido in due e poi in tre parti uguali.
Schiaccio leggermente ogni panino, lo spennello con latte e lo passo in un piattino colmo di semi vari.
Trasferisco i panini nel loro contenitore dove ho avuto l'accortezza di passare uno scottex con dell'olio di oliva.
Appoggio i supporti nella macchina e premo di nuovo il tasto menù.
Alla fine del programma estraggo subito i panini e lascio raffreddare.





sabato 30 novembre 2013

BISCOTTONI ALLE NOCCIOLE CON GOCCE DI CIOCCOLATO

Buongiorno e buon fine settimana!
Oggi sveglia presto: adoro godermi la pace della nostra casa quando ancora tutti dormono e se, a volte, utilizzo questo tempo per impastare, cucinare o semplicemente pulire oggi ho proprio voglia di lasciarvi un saluto e la ricetta di questi biscottoni ideali per una buona colazione e una dolce merenda.

Pomeriggio dobbiamo dedicarci ad alcuni lavoretti domestici per rendere più carina la nostra stanza giochi-studio.
Abbiamo deciso di dipingere due pareti di un bell'azzurro Avio e di prendere dei mobiletti e un divano nuovo, oggi iniziamo i lavori anche se, devo ammetterlo, non vedo l'ora di vederla finita e in ordine!

Ho preso qualche spunto da questo sito I HEART ORGANIZING, lo conoscete?

Mi piacciono molto alcune ambientazioni e idee per tenere in ordine cameretta e cucina, forse possono sembrare esagerate ma qualche spunto devo dire che l'ho rubato e ne sono soddisfatta.

Per i colori dei bimbi, per esempio, ho fatto delle scatole trasparenti con delle belle etichettone colorate e ho diviso tutto per tipologia: pennarelli, pastelli, acquarelli e tempere...

Se avete un attimo di tempo potete dare un occhio, guardate il post sulla cucina (Cucina Tour) e strabiliatevi,
la nostra così in ordine non lo è mai stata...e mai lo sarà!!!

Ingredienti:
250 gr di farina
100 gr di zucchero di canna
130 gr di burro
80 gr di nocciole
100 gr di gocce di cioccolato
2 tuorli
2 cucchiai di latte
1 pizzico di sale

Come prima cosa tolgo il burro dal frigo, deve essere utilizzato a temperatura ambiente, e passo le nocciole nel tritatutto per qualche secondo: non devono essere ridotte in farina ma lasciate a pezzetti piuttosto grossi.
Lavoro (io con la planetaria) il burro con lo zucchero, unisco le uova e infine la farina con un pizzico di sale.
Ammorbidisco con un paio di cucchiai di latte e aggiungo le nocciole e le gocce di cioccolata.
Prendo della pellicola e ne ricavo un rettangolo, tolgo l'impasto e lo rovescio nella pellicola, ora aiutandomi con le mani copro e cerco di formare un salame ben chiuso ai lati.
Passo in frigor per un'oretta o, se avete premura, in freezer per mezz'ora, tolgo la pellicola e taglio a fettine alte circa 1 cm.
Copro una teglia con carta forno e metto i dischetti allineati a qualche centimetro di distanza, anche se in cottura non aumentano molto di volume, e inforno a 180 gradi per 15 minuti circa.

Buona giornata!

venerdì 22 novembre 2013

GNOCCHI DI PATATE E ZUCCA CON SALSA DI POMODORO E BIANCOCAPRA

Eccomi!

Scusate la latitanza, volevo passare prima per raccontarvi cosa ho cucinato nello scorso week-end, ma abbiamo avuto diversi incidenti di percorso: Serena lunedì ha avuto una febbre da cavallo, tonsillite e placche in gola e poi  nel fine settimana si è ammalato Andrea.
E’ arrivato il primo freddo e sono arrivati i primi malanni!

Poi ho avuto problemi col PC, ho dovuto mettere la mediazione dei commenti perché mi arrivavano molti commenti anonimi e ad un certo punto qualcuno ha tentato di entrare nel mio dominio; internet non mi permetteva più di inserire post e così ho dovuto fare dei lavoretti e passare a Chrome…che pazienza!

Comunque ce l’ho fatta, finalmente sono ritornata e ho proprio voglia di raccontarvi la mia avventura di sabato scorso.

Avevo una zucca da utilizzare e tanta voglia di mangiare gli gnocchi così ho unito le due cose e sabato mattina, mentre papino era al lavoro, ci siamo messi ad impastare.
Lorenzo e Serena si sono stufati quasi subito e, dopo aver interrotto la preparazione per lavarli e pulirli visto che erano riusciti già a trasformare il loro vestiti da colorati a bianco-farina, mi sono rimessa all’opera.
Quanti gnocchi, avevo promesso a mio fratello e a mia cognatina (che a febbraio mi farà diventare zia!) di farglieli avere per pranzo: amalgama, taglia, infarina, l’impasto sembrava non finire mai così Andrea si è avvicinato e mi ha detto “Mamma, lascia, li metto io sui vassoi” e io “Vedi, così, allineati, riesci?”….guardate un po’ che bravura, ha riempito tutti i vassoi da solo. 
E’ stato un aiutante eccezionale!

A pranzo ce li siamo davvero gustati.

Ho scelto di aggiungere dei cubetti di formaggio di capra che, ultimamente, abbiamo riscoperto, per renderlo un piatto unico e gustoso.

Eccovi la ricetta e se volete provarla armatevi di un aiutante speciale, sarà tutto più facile!

Ingredienti per gli gnocchi (per 4 porzioni, io ho usato porzioni doppie):
500 gr di zucca 
200 gr di patate
200 gr di farina bianca
noce moscata
sale

Ingredienti per il condimento:
un vasetto di passata di pomodoro (noi abbiamo usato quella fatta in casa quest'estate)
150 gr di formaggio biancocapra
una cipolla
olio
sale
pepe

Taglio la zucca a fette e la cuoccio in forno a 190° per 30 minuti coperta con un foglio d'alluminio.
Intanto faccio lessare le patate con la buccia, controllo la cottura con la forchetta e le passo allo schiacciapatate facendo cadere il ricavato su 200 gr di farina già allargata a fontana sulla spianatoia.
Passo allo schiacciapatate anche la zucca e spolvero il purè così ottenuto con un pizzicoa di noce moscata e mezzo cucchiaino di sale, quindi impasto.
Il composto deve risultare morbido, se occorre aggiungo un po' di farina.
Taglio il composto a pezzi che con le mani modello a lunghi rotolini, taglio a pezzetti e ripongo (anzi Andrea ripone!) su un vassoio dove ho spolverizzato della farina.
Preparo il condimento, taglio la cipolla a fettine molto sottili e la faccio soffriggere in pochissimo olio, aggiungo i pelati, un pizzico di sale e uno di pepe. Lascio cuocere per una ventina di minuti.
Metto sul fuoco una pentola d'acqua, a bollore aggiungo una manciata di sale e subito dopo gli gnocchi, pochi per volta, scolandoli appena vengono a galla.
Condisco con il sugo e unisco i cubetti di biancocapra.

Buon appetito!




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...