domenica 29 settembre 2013

PER QUEST'ANNO ULTIMA GRIGLIATA ALL'APERTO!

Lo so, l'autunno sta arrivando, il cielo oggi è grigio e la temperatura si è abbassata ma non potevo non postare questa carrellata di immagini.
L'ultima grigliata per quest'anno fatta in compagnia di una stupenda famiglia che abbiamo conosciuto nelle vacanze estive in Austria.
Dolci ricordi che ci accompagneranno nei mesi invernali.

Menù
 
Rotolini di bresaola, caprino ed erba cipollina
 
Cornettini speck e scamorza con semini
 
Frittatine nella pancetta
 
Focaccia
 
Grigliata mista (salamelle, wurstel, bistecche di lonza)

 
Zucchine e patate al forno
 
Pesche al profumo di menta
 
Pasticcini freschi
 
 
Rotolini di bresaola, caprino ed erba cipollina

 
Cornettini speck e scamorza con semini

 
Frittatine nella pancetta


 
Zucchine e patate al forno



 
Grigliata mista
 
Eccovi anche la tavola apparecchiata e l'angolino accanto alla veranda con un quadrettino troppo simpatico che gli zii ci hanno portato dal Trentino.
 



 

E per finire altre foto del nostro giardino, il barbecue realizzato interamente dal mio maritino e la casetta che abbiamo assemblato a giugno, verniciato e riempito con gli attrezzi del giardino!



 
 
Buona domenica sera e buona settimana!
 
 


sabato 21 settembre 2013

TORTA SBAGLIATA AI FICHI

Oggi vi lascio la ricetta di questa torta nata per caso, di corsa una sera prima di cena.
Torno, preparo il contorno, ho un pochino di tempo e così decido di fare una torta per colazione, una torta che mi permetta di utilizzare i fichi che spesso mio papà mi regala.
 
Di corsa scelgo la ricetta da internet, la modifico (decido di utilizzare anche la farina di mandorle), impasto e inforno.
Finisco di preparare la cena, cuocio gli hamburger, chiamo i bimbi a tavola e mentre li aspetto decido di guardare in forno la mia bellissima torta. Delusione. La torta è ancora bassa e allora disperata penso al motivo, ci metto un secondo a constatare che...non ho messo il lievito!
Uffi, chissà che meraviglia, domani per colazione suola di scarpa!
Invece no, la farina di mandorle e il succo dei fichi l'ha resa morbidissima e il giorno dopo a colazione l'abbiamo divorata.
Sapete cosa mi ha detto mio marito? "Ti prego, sbagli ancora la prossima volta?"
 
Ingredienti:
 
3 uova intere
1 tuorlo
150 gr di zucchero
190 gr di farina
60 gr di farina di mandorle
200 ml panna fresca
6 fichi
2 cucchiai di zucchero di canna
Sbatto con le fruste elettriche le uova con il tuorlo e lo zucchero fino ad ottenere un composto soffice.
Aggiungo la farina con la farina di mandorle e frullo per tre minuti.
Con un cucchiaio incorporo la panna fresca (non montata).
 
Verso in una tortiera e aggiungo sulla superficie i fichi tagliati a pezzettini e spolverizzo con lo zucchero di canna.
 
 
Faccio cuocere in forno per 40 minuti a 170 gradi.
 
 
 
Buona colazione!

mercoledì 11 settembre 2013

CHIOCCIOLINE AL PROFUMO D'ERBA CIPOLLINA

Vi ricordate quando vi ho parlato del mio papà? Lui ha svolto per diversi anni l'attività di panettiere e mi ricordo benissimo il magnifico profumo di pane che sentivo quando passavo a trovarlo o quando lui tornava a casa con un sacchettone zeppo di delizie appena sfornate!
Da piccola mi divertivo a cuocere la pasta della pizza, che qualche volta ci portava così da giocarci un po', sulla stufa e anche li lo stesso profumo mi rendeva felice.
 
Adesso adoro cucinare il pane, in ogni sua variante, dolce o salata, perché amo sentire in casa mia quel profumo tanto meraviglioso e ricco di ricordi!
 
Non potevo quindi non partecipare la contest della carissima Vale Una fetta di paradiso, da quando l'ho visto non faccio altro che pensare alla ricetta giusta da postare.
 

Perché questi panini? Sono morbidissimi dentro, con una crosticina croccantissima fuori e un leggero gusto di erba cipollina che ricorda tanto l'estate che sta passando!
 
E per l'inverno divertitevi a sostituirla con pezzettini di noci o pancetta o olive tagliate a metà...proprio come faceva mio papà per i suoi paninetti da vendere il sabato mattina, andavano a ruba!
 
 
Ingredienti
500 gr di farina
12 grammi di lievito di birra
1 cucchiaino di zucchero
1 cucchiaino di sale
3 cucchiai di olio
200 ml di latte tiepido
Nella planetaria col gancio dell'impastatrice preparo la farina, il cucchiaino di zucchero e il cucchiaino di sale e aggiungo 3 cucchiai di olio.
Faccio intiepidire il latte a cui aggiungo il lievito di birra che faccio sciogliere bene mescolando un pochino.
Attivo la planetaria a velocità bassa e aggiungo il latte col lievito, appena questo è leggermente amalgamato aumento la velocità e lascio impastare per 8 minuti, aggiungo l'erba cipollina  e lascio impastare per altri 2 minuti.
Spengo e lascio riposare la palla di pane per un paio d'ore in un luogo tiepido coperta da un canovaccio.
Trascorso questo tempo la lavoro con le mani, prendo delle palline che stendo col mattarello e avvolgo su se stesse e metto sulla carta forno.
 
 
Lascio lievitare per un 'oretta e inforno a 220 gradi per 15 minuti.
Il forno dev'essere già caldo e sul fondo contenere una terrina con un paio di bicchieri d'acqua per creare la giusta umidità. 

Grazie mille Vale per la bellissima opportunità di partecipare al tuo contest!
Buona giornata!
 



domenica 8 settembre 2013

TORTA MAGICA

Ebbene si, l'ho provata anch'io, troppo curiosa di vedere se riusciva anche a me e  troppo golosa per non provarne la consistenza.
 
La verità? Non ne sono stata per niente delusa: è facilissima e buonissima!
 
Quella di oggi (ne ho già fatte un paio!) sta raffreddando in frigor e prima di cena la taglierò a quadrotti e la porteremo dai nonni, i cuccioli sono troppo contenti di far provare anche a loro questo dolce.
 
Certo col nome che si ritrova, per dei bambini, è il massimo che si possa mangiare!
 

Ingredienti:
115 gr Farina 00
4 uova a temperatura ambiente
1 cucchiaio di acqua fredda
150 gr di zucchero
125 gr di burro fuso lasciato raffreddare
1 bustina di vanillina
500 ml di latte intero tiepido
1 pizzico di sale
1 cucchiaino di succo di limone o di aceto bianco
 
Faccio fondere il burro e lasciare raffreddare.
Impasto con la frusta elettrica i tuorli con lo zucchero per 10 minuti poi unisco il cucchiaio di acqua e la busta di vanillina e infine il burro lasciato raffreddare.
Aggiungo un pizzico di sale.
Aggiungo la farina setacciandola bene e per ultimo il latte tiepido, frullo per 1 minuto.
Monto a neve ferma gli albumi, aggiungere il cucchiaino di limone e monto ancora per qualche minuto.
 
Unisco al composto di uova e farina gli albumi mescolando piano dal basso verso l'alto per non smontare l'impasto.
 
Metto la carta forno in una teglia quadrata 20x20 cm e cuocio nel forno ventilato a 130 gradi per 70 minuti, se statico a 150 gradi per 80 minuti.
 
Sforno, lascio raffreddare completamente e metto in frigor per 2 ore.
 
Taglio a cubetti e spolverizzo con zucchero a velo.
 Buona settimana!

 


venerdì 6 settembre 2013

LASAGNE DI PANE CARASAU CON ZUCCHINE E SALSICCIA

Settembre è arrivato, carico di aspettative e di buoni propositi, ricco di impegni e scadenze così per ricominciare alla grande ci siamo concessi una gita, l’ultima gita che sancisce la fine delle vacanze estive, non tanto per noi che comunque abbiamo ripreso il lavoro da un po’, ma per i bimbi che in questi giorni ricominciano l’asilo e settimana prossima la scuola.
Siamo andati tutti e cinque a Gardaland, prima volta per Serena ma “già” seconda volta per Lorenzo e Andrea, ci siamo divertiti come matti, spensierati e felici di poter giocare coi nostri cuccioli.

 
Ci voleva.
Ci voleva perché quando si ricomincia si vorrebbe fare tutto e bene mentre dopo poco ci si ritrova immersi nella vita frenetica di sempre.
Ma come, ci siamo ripetuti di rallentare i ritmi, di goderci meglio le piccole cose e poi, dopo due giorni di lavoro ce lo siamo già dimenticati?
Mi rendo conto che un lavoro a tempo pieno, tre (fantastici!) bimbi, una casa e un giardino piuttosto grandi sono difficili da gestire contemporaneamente ma basterebbe una sveglia che ogni tanto mi ricordi di rallentare e potrei godermi meglio tutto questo.
Invece me ne dimentico, mi lascio TRAVOLGERE.
Dite che se mi metto un promemoria che ogni ora me lo ricorda potrebbe servire? O avete altre soluzioni?
Mi dispiace diventare nervosa, ansiosa e scontrosa solo perché faccio tutto di corsa.
Certo, tra 10 giorni ricomincerò yoga e già quello fa tanto, ma possibile non esista un trucco per ricordarsi di vivere bene ogni giorno visto che la vita e la vita di chi ci circonda sono i beni più preziosi al mondo?
 
Vabbè, dopo avervi annoiati vi lascio la ricette delle lasagne al carasau con salsiccia e zucchine che ho sperimentato qui.
 
Ovviamente il procedimento da seguire è questo ma potrete sbizzarrirvi con i “ripieni” che più preferite, a casa nostra è un piatto che piace molto, piatto unico, che si può preparare in anticipo e che quando arrivano ospiti è solo da togliere dal forno.
 
 
 Ingredienti (per 6 persone):
6 fogli di pane carasau
una scamorza
250 gr di salsiccia
1 zucchina trombetta (oppure due normali)
mezza cipolla
un  cucchiaio d’olio
mezzo litro di brodo di verdura (fatto con basilico, cipolla, carota, sedano, pomodoro)
 
Preparo il brodo di verdure facendo bollire basilico, cipolla, carota, sedano e pomodoro per un’oretta
Tolgo le verdure e lo lascio raffreddare.
 
 
Nel frattempo faccio saltare in una padella antiaderente la salsiccia a pezzettini abbastanza piccoli senza l’aggiunta di condimento visto che poi si scioglierà un pochino.
Tolgo la salsiccia e nella stessa padella (senza ovviamente sciacquarla) mezzo a rosolare la cipolla e le zucchine tagliate a fettine e faccio cuocere finchè queste non risultano tenere.
 
 
Passiamo alla preparazione delle lasagne.
Prendo una teglia e ci metto del pane carasau rompendolo in pezzi abbastanza grossi con le mani.
Copro questo primo strato con qualche pezzo di salsiccia e uno strato di zucchine, gratto sopra con la grattugia a fori larghi un velo di scamorza.
Inizio col secondo strato: pane carasau-salsiccia-zucchine-scamorza.
E così via per tre strati.
Finito l’ultimo prendo il brodo e con un cucchiaio lo verso poco alla volta su tutta la preparazione.
Lascio riposare per un’oretta.
Inforno a 180 gradi per 40 minuti.
 
 
 

martedì 3 settembre 2013

FRITTATINE NELLA PANCETTA

Ecco una ricettina semplice, ideale come aperitivo, antipasto oppure, accompagnato da una bella insalatona come secondo piatto.
I miei bimbi le hanno adorate, al composto di uova si possono aggiungere anche verdurine a dadini, io le trovo strepitose così!


Ingredienti (per 12 frittatine):
5 uova
24 fettine di pancetta
3 cucchiai di parmigiano grattuggiato
200 ml di panna fresca
1 ciuffo di basilico
un pizzico di sale
un pizzico di pepe

In una terrina sbatto (con lo sbattitore elettrico) le uova con la panna, aggiungo il formaggio, il basilico tagliuzzato, il sale e il pepe.
Prendo una teglia da muffin e fodero il fondo e i lati di ogni stampino con la pancetta.

Non è necessario ungerli, con l'aiuto di un coltello e grazie alla componente grassa della pancetta sarà facilissimo sfornarli.
Verso il composto in ogni stampo e inforno per 12-15 minuti finchè la superficie non sarà dorata.

Servo calde.

 
 
Buon appetito!


lunedì 2 settembre 2013

PRANZO IN CORTILE COI NONNI

Eccoci a parlare di domeniche.
Domeniche passate in famiglia, domeniche con amici e domeniche passate fuori casa per una gita.
Domeniche d'estate a nuotare nella piscina in cortile e domeniche d'inverno rintanati tutti e cinque sul divano oppure passate sul tappeto a giocare.
Domeniche in oratorio con bimbi e genitori, domeniche nei luoghi di vacanza con amici sempre nuovi, domeniche a chiacchierare e domeniche a sistemare casa.
 
Domeniche passate tutti insieme è questo l'ingrediente che le rende speciali...
 

Così la scorsa domenica abbiamo invitato i nonni (i miei genitori) per un pranzo in cortile, giusto noi e loro per goderci la nostro veranda e il nostro giardino, per godere della loro compagnia e per portare il ricordo di una bella domenica d'estate nell'autunno che sta arrivando...
 
 
Niente di speciale, un menù semplice ma preparato con amore, zucchine e pomodori del nostro orto che mio marito coltiva con tanta pazienza e con tanto impegno!

 
 
Eccolo, ve lo lascio se volete prenderne spunto, ma soprattutto me lo scrivo perché è piaciuto davvero, di sicuro non lo ripeterò ma qualche spunto in futuro potrei prenderlo...
 
 
Menù
 
Lasagne di pane carasau con zucchine e salsiccia
 
Arrostini ripieni e passati nella pancetta con patate
 
Insalata di pomodorini ciliegia
 
Chiccioline di pane aromatizzate all'erba cipollina
 
Torta magica
 
 
 
Ecco qualche immagine dettagliata, non sono un'ottima fotografa ma prendendo spunto dalle vostre magnifiche foto cerco di rubare qualche trucco...

 

Lasagne di pane carasau con zucchine e salsiccia

Arrostini ripieni e passati nella pancetta con patate
 

 
Insalata di pomodorini  ciliegia
 
 
Chiccioline di pane aromatizzate all'erba cipollina
 

 


Torta magica
 
 
  
E guardate cosa ho ricevuto in dono dal mio babbo, direttamente dal suo giardino...una meraviglia che profuma di setttembre!
 
 
 
Per oggi niente ricette, solo un post per farvi assaporare un pochino dell'atmosfera magica che sento quando preparo un pranzo come questo per qualcuno che amo.
 
Spero di esserci riuscita...


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...