lunedì 5 gennaio 2015

PANE CON L'UVA

Non vedono l'ora, sono emozionati perchè aspettano una signora con le scarpe tutte rotte che parcheggia la sua scopa in cortile e porta tante calzine ricche di dolcetti e anche qualche sorpresina.

Andrea continua a dire che si sveglierà prestissimo per controllare le consegne, Serena ha paura perchè la botola è vicina alla sua cameretta e siccome scenderà da li si aspetta che entri a svegliarla.
Ma quello che più mi sorprende è Lorenzo, che da quest'anno sa tutta la verità su Babbo, Befana e Topolino dei denti, che parla di lei ai fratelli come se esistesse veramente, non so quanto finga e quanto ci creda ancora!

Ma va benissimo così, un po' ci credo ancora anch'io!

La ricetta di oggi? Un pane dolce che mi ricorda benissimo quello che portava mio papà dal suo panificio, ricchissimo di uvette e rustico proprio come piace a me!

Ingredienti:

175 gr di farina integrale
200 gr di farina manitoba
50 gr di latte
220 gr di acqua
1 cucchiaino di sale
4 cucchiai di zucchero di canna
80 gr di pasta madre
1 cucchiaino di miele
500 gr di uvetta ammorbidita in acqua tiepida

Con l'aiuto della planetaria impastate tutti gli ingredienti tranne l'uvetta per una decina di minuti in modo da ottenere un impasto ben amalgamato ma morbido.

Su un piano leggermente infarinato rovesciate poi l'impasto che andrete a stendere con le mani e nel quale metterete l'uvetta prima messa a bagno in abbondante acqua tiepida e poi asciugata con della carta da cucina.

Questo passaggio è abbastanza delicato e un pochino faticoso, le uvette sono veramente tante rispetto all'impasto ma è proprio questa la bontà di questo pane.

Dividete l'impasto in due e preparo due sfilatini che metto a lievitare in un luogo tiepido per almeno 8 ore.

Infornate a 190 gradi per 30 minuti avendo cura di mettere sul fondo del forno un recipiente con dell'acqua.

Ottimo anche congelato a fette e lasciato poi riprendere a temperatura ambiente.

Buona Befana e mi raccomando colleghe non lavorate troppo questa notte!

24 commenti:

  1. Che dolci i tuoi bimbi ^_^ Sono sicura che la Befana gli porterà tantissimi dolcetti e niente carbone ^_^
    Tu invece hai creato un pane da 1000 ed una notte..lo adoro e deve avere un sapore unico, complimenti!!!
    Ti auguro una felice giornata di festa <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Consu, ti confermo che questo pane piace troppo anche a me quindi per un po' visoni chiletti accumulati non lo rifarò!!! Buona giornata!

      Elimina
  2. Ciao Chiara, buona festa dell'Epifania!
    Stupendo questo pane, il suo aspetto rustico mi piace un sacco e anche le foto sono bellissime! Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Any, spero abbia passato anche tu dei buoni giorni di festa! A presto!

      Elimina
  3. mamma che bontà ... se poi è una ricetta simile a quella del tuo papà panettiere mi fido ciecamente! io adoro l'uvetta però porca miseria, ci devo andare piano per motivi di gastrite. uffa :-(((

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, tutti i dolci che faceva mio papà e che allora non apprezzavo adesso li sto riscoprendo! Buona giornata!

      Elimina
  4. Molto buono e dolci i tuoi bimbi che la Befana avrà portato tanti dolci, Grazie e buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Edvige, qualche dolcetto e' arrivato ma per fortuna hanno ricevuto anche pastelli per scuola e libri: che Befana intelligente! A presto!

      Elimina
  5. Ciao Chiara, è bellissimo che i tuoi piccoli credono alla Befana e a Babbo Natale, al topolino dei denti...anch'io ero così..e ciò rendeva le festività magiche e l'emozione unica..purtroppo oggi tantissimi bambini non credono più a niente, lo vedo dalle nipoti di mio marito (e non solo da loro) e la cosa mi trasmette tantissima tristezza. Penso che sia invece splendido che i bambini credano ancora alla magia del Natale, alla Befana (che da me per tradizione passava da mia nonna, pensa che io da piccola scrivevo la letterina a Gesù Bambino e alla Befana..e ci credevo davvero...).
    Il tuo pane è una meraviglia, sicuramente buonissimo e le foto sono invitantissime in quanto rendono in pieno l'idea di tutta la sua bontà:))
    bravissima, complimenti:)))
    Un bacione:))
    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rosy, le tradizioni sono molto importanti e poi quando si tratta dei bambini e' giusto lasciar sognare! A presto e grazie per i complimenti per il panone! A presto!

      Elimina
  6. adoro panificare in casa e questa delizia la proverò quanto prima, grazie!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fammi poi sapere se ti piace! A presto!

      Elimina
  7. Chiara, che teneroni i tuoi cuccioli!
    Queste foto sono un vero spettacolo, il pane è meraviglioso ma quanto sei brava!!!
    Chissà che bontà e che profumo, complimenti adoro il tuo pane!
    Un grande abbraccio Laura<3<3<3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Laura che bei complimenti: grazie mille!

      Elimina
  8. Che bella la mente dei bambini *__* e che buono questo pane!! complimenti! un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero! A volte mi piacerebbe proprio ragionare con la loro ingenuità! Buon pomeriggio!

      Elimina
  9. bambini così meritano tanti dolcetti e pochissimo carbone...
    il pane che hai proposto è perfetto per la colazione, e per essere cosparso di miele o assaggiato così

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! In effetti i dolcetti sono arrivati ma il carbone no! Grazie ancora d'essere passata!

      Elimina
  10. i bambini sono adorabili nella loro ingenuità e spontaneità!!!
    Questo pane , arricchito con l'uvetta lo trovo un'ottimo sostituto al solito pan brioche!
    Brava

    RispondiElimina
  11. ero rimasta alla focaccia con l'uva, il pane è la prima volta che lo vedo, fantastico!! Buon Anno, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  12. Ciao Chiara, buon anno! Delizioso il racconto dei tuoi bimbi così come questo pane, rustico come dici tu, lo immagino croccante fuori e morbido e ricco dentro, piacerebbe tantissimo a mia mamma che adora le uvette. Mi sa che ti ruberó l'idea!
    Un bacio!

    RispondiElimina
  13. Che bello avere bambini piccoli ed essere bambini....dolci ricordi lontani....Il pane con l'uva era una cosa che quando ero piccola non mancava mai, lo adoravo e lo adoro anche ora. Buon anno cara Chiara, buon anno di cuore e tanti tanti baci ai tuoi cuccioli d'uomo e di donna ♥. Paola

    RispondiElimina
  14. ! Buono il tuo pane , e i tuoi bimbi sono tenerissimi. Buon anno cara a te e la tua splendida famiglia!
    Un caro saluto

    RispondiElimina

Grazie, ogni vostro commento è una gioia per me! ♥

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...